Browsing Category

Itinerarios

Arqueología Historia Itinerarios Salento Viajes

Torre Vado

Torre Vado

torre vado

Seguimos con nuestro viaje descubriendo el Salento, dejando a nuestras espaldas Patú (entrada anterior sobre Patú) y su patrimonio histórico (descubre la historia de Centopietre) para dirigirnos en dirección a los territorios de Salve. Saliendo de Patú tomaremos la strada provinciale 92 y recorreremos 8Km hasta adentrarnos en el territorio de Salve encontrando el poblado de Torre Vado. El Salento entre los siglos XV y XVI sufrió numerosos ataques de piratería desde las costa turcas y desde las costas de Argelia. Para defenderse de los continuos ataques se pensó en construir una serie de torres costeras para avisar a la población local de los  ataques de los piratas. Una de estas espléndidas torres que ha perdurado hasta nuestros días es Torre Vado, torre alrededor de la cual y de sus magníficas playas se desarrolló una pequeña aldea a partir del siglo XV. El nombre de la torre deriva del latín “vadum” = “vado”,  estando esta estructura realizada en un tramo de costa que se caracteriza por aguas pocos profundas. La torre es de base circular y se desarrolla en dos pisos con ventanas y aspilleras en la parte superior. La torre era una de las torres denominadas»torri cavallare«, ya que contaba con caballos para poder avisar en el menor tiempo posible a Salve, al principal núcleo habitado de la zona. En el siglo XIX tras el desarme de las torres costeras fue transformada en una estación de aduanas. En el 1930 fue adquirida por particulares y en el 1935 restaurada con el aspecto actual.

DSC_0376

DSC_0387

DSC_0386

En Torre Vado nos  encontramos con la belleza del mar Jónico, y desde la torre  podemos disfrutar de un paseo sobre la arena llegando hasta la estupenda localidad de Pescoluse, famosa por sus playas incontaminadas hechas de arena finísima y aguas cristalinas.  Entre otras os señalamos Le Maldive del Salento conocida por su limpio mar y dunas. Para disfrutar de su belleza natural os aconsejamos no programar el viaje  en la primera quincena de agosto cuando la presencia turística llega a su cenit.

DSC_0423

DSC_0420

 

 

Arqueología Ciudades Extremadura Historia Itinerarios Viajes

Cáceres la cittá del Trono di Spade

Cáceres la cittá deI Trono di Spade

Buongiorno cari amici!

Oggi parliamo di Cáceres la città del Trono di spade, si proprio così avete letto bene, infatti dal passato autunno e al principio di questo inverno passeggiando per le strade dello splendido centro storico di Cáceres patrimonio dell’Unesco (per saperne di più vi consiglio questo articolo «Cáceres, 30 años como Patrimonio de la Humanidad» scritto in Wazogate per José Manuel González ) non era improbabile incontrarsi con i personaggi della famosa serie prodotta dalla HBO –Games of Thrones-.
La localitá extremeña infatti è stata il teatro della registrazione della settima stagione del telefilm americano con il suo centro storico eletto per la ricreazione di Approdo del Re. Ma come mai i produttori del telefilm sono rimasti tanto affascinati dalla splendida cittadina extremeña di Cáceres? Chi ha potuto visitare la cittá sicuramente non si sarà sorpreso dalla elezione visto che parliamo di una cittá che conserva uno dei centri storici medievali piú caratteristici d’Europa, patrimonio dell’umanità secondo l’UNESCO dal 1986.

DSC_0333 (1)

Cáceres la cittá deI Trono di Spade

In questo post parleremo proprio del centro storico di questa splendida cittá. Il centro storico della cittá e conosciuto e indicato come La “Ciudad Monumental” ed è delimitata dalle mura dentro delle quali si concentrano la maggior parte degli edifici storici della città.
Il centro storico della cittá è un congiunto monumentale unico in Spagna e in Europa. La cinta muraria della cittá di Cáceres contiene il complesso architettonico civile e religioso piú importante del  Basso Medioevo e del Rinascimento spagnolo, che si conserva intatto sino ai nostri giorni. La maggior parte degli edifici del centro storico di Cáceres son datati tra il finale del secolo XIV e il  XVI secolo.

DSC_0238
La “Ciudad Monumental” di Cáceres tiene il su acceso principale dalla plaza Mayor dove salendo per la scalinata monumentale incontriamo l’accesso al recinto monumentale per l’Arco de la Estrella aperto nel 1746 per rimpiazzare la vecchia porta d’entrata al centro storico. Una volta passato l’arco abbiamo davanti a noi l’inizio del centro storico di Cáceres, con i suoi palazzi e complessi religiosi e di colpo la nostra mente viaggia al passato, il tempo si ferma e  i rumori della quotidianità ci abbandonano e nel silenzio del strette strade della “Ciudad Monumental”  possiamo godere dello spettacolare panorama architettonico che si apre davanti ai nostri occhi. Vi lascio con le immagini della splendida città extremeña e il suo stupendo centro storico in futuro parleremo piú approfonditamente della storia della cittá e del suo patrimonio storico-architettonico. Un saluto a tutti dalla Spagna y hasta la próxima entrada de Extremadura in Italiano!

12718362_1076847135680711_785350395769052229_n

l’Arco de la Estrella 

DSC_0322

Particolare del palazzo Palacio de los Golfines de Abajo 

DSC_0151

Particolare Hospital de los caballeros

DSC_0158

Particolare Enfermería de San Antonio 

DSC_0182

Plaza de San Mateo 

IMG_20161225_121922

Extremadura Itinerarios Viajes

Extremadura in italiano

Buongiorno cari amici con il post Extremadura in italiano inauguriamo una sezione dedicata a tutti coloro che dalla penisola italiana vogliono imbarcarsi in un viaggio affascinate alla scoperta di questa meravigliosa terra. Gli itinerari e monografie che vi proporrò saranno adatti soprattutto a un tipo di viaggiatore amante della natura e del patrimonio. Durante il nostro viaggio scopriremo città storiche come Cáceres, Mérida y Badajoz ma soprattutto parleremo d’ itinerari esclusivi scoprendo i tesori naturalisitici e storici che conserva questa stupenda regione.

 

Extremadura in italiano

Per cominciare il nostro viaggio vi darò alcune indicazioni geografiche sull’ Extremadura. La regione si trova nell’ estremo occidentale della Submeseta Sud. Al nord confina con la Castiglia e Leon, a est con la Castiglia la Mancha , Al sud con Andalusia e all’ovest con il portogallo. Vista la sua posizione geografica in generale il territorio presenta un clima mediterraneo interno con temperature non troppo rigide in inverno e molto calde in estate. Esistono rilevanti differenze di temperatura e clima tra il nord più montagnoso e le pianure del sud.

La maggior parte della popolazione extremeña vive in piccolo comuni sotto i 10mil abitanti, lo sviluppo urbano si è concentrato soprattutto in torno a sette nuclei urbani: Cáceres, Plasencia, Badajoz, Mérida, Don Benito, Almendralejo y Villanueva de la Serena— e otto centri semiurbani —Navalmoral de la Mata, Coria, Miajadas, Montijo, Zafra, Villafranca de los Barros, Olivenza y Jerez de los Caballeros.

Extremadura in italiano

Extremadura in italiano

Come arrivare In Extremadura?

Questo  è forse il punto un poco più complicato del viaggio. La regione non dispone di un aeroporto con voli internazionali ( c’è ne uno a Badajoz ma i voli sono irregolari e per lo più per Madrid e Barcellona e i costi sono molto alti) quindi visto che sono 7 anni che faccio su e giù dalla Spagna a varie parti d’Italia consiglio Madrid o Siviglia come punto d’arrivo/partenza. Il mio consiglio per poter vedere Extremadura in tutta la sua interezza é prendere una macchina a noleggio, perché muoversi per mezzi pubblici all’interno della regione puo essere complicato e procurare una gran perdita di tempo.

Questo e solo la prima tappa di un lungo viaggio!!!! a presto e per qualsiasi domanda o osservazioni a vostra disposizione!!!